Massaggio Thailandese

Il Massaggio Thailandese si basa sull’esistenza di invisibili linee di energia che percorrono tutto il corpo, dieci delle quali sono particolarmente considerate per questo massaggio, denominate I 10 Sen. Questi punti possono essere immaginati come “finestre” del corpo, attraverso le quali è possibile uno scambio con l’energia cosmica, per far sì che l’energia del corpo si mantenga in equilibrio con l’energia dell’universo. Disturbi del flusso di energia producono una diminuzione del Prana e quindi uno stato di malattia.

Il lavoro sulle linee di energia, durante il massaggio, può eliminare i blocchi, stimolare il libero flusso del Prana e contribuire al benessere generale. L’origine yoga del massaggio thailandese è chiaramente visibile nelle sue posizioni più acrobatiche. Il massaggio thailandese non fa uso di oli e si pratica a terra, sopra un materasso abbastanza rigido. Chi riceve il massaggio deve essere vestito con abiti larghi e leggeri (non jeans). Il massaggio parte dai piedi e passa per tutte le linee energetiche del corpo, facendo anche movimenti di stretching delle gambe e corpo per allungare muscoli e tendini.